Cirelli

Vini d’Abruzzo: agricoltura biologica, oche e anfore di terracotta

 

Francesco Cirelli è l’ideatore e l’esecutore, insieme alla moglie Michela, di un progetto agricolo unico e ambizioso: 22 ettari tra vigneti, oliveti, frutteti e orti sulle colline teramane a coltivazione biologica certificata. In questo terroir suggestivo, popolato da oche che, con il loro pascolo, contribuiscono all’equilibrio ambientale, si producono vini di grande personalità ed originalità espressiva che conservano il carattere ancestrale e generoso della terra d’Abruzzo.

I 6 ettari vitati della tenuta Cirelli sono disposti su un versante collinare con ottima esposizione e condizioni climatiche ideali, caratterizzate da escursioni termiche, ventosità diffusa e influssi benefici di brezze marine. Le uve qui raccolte vinificano nella piccola cantina in maniera tradizionale, con interventi enologici ridotti al minimo ed uso di anfore di terracotta.

I vini di Cirelli sono interpretazioni tradizionali e gastronomiche degli antichi vitigni abruzzesi: Montepulciano e Trebbiano. Questi vini testimoniano la passione di Francesco per il lavoro e per la sua terra e la ferma intenzione di valorizzare al massimo le potenzialità del terroirdelle colline teramane. Originalità stilistica, vivacità espressiva, buon rapporto qualità/prezzo e ottimo livello qualitativo sono i punti fermi di questa piccola produzione vinicola: una produzione anticonvenziale, accattivante e innovativa, che trae la sua forza dal continuo richiamo alle più antiche e genuine pratiche enologiche.