La nostra storia

Nel 1993 dopo una serata pazza , Catia , Angelo e Massimo , spinti dalla forza della tradizione di Pasticceria della mamma Anna, decidono di cominciare un avventura nuova.
Rileviamo la Pasticceria Zambelli, aperta nel 1982 a San Secondo Parmense sulle storiche mura di un osteria.
Inizialmente Massimo, fresco di scuola alberghiera come barman, detta le regole.

Io da appassionato lo seguo e comincio a creare una mia identità con la voglia di conoscere il mondo dei vini , fatto di agricoltori spinti da energia primordiale verso l’ edonismo . Ecco i corsi da sommelier.

Parma, Cremona e tanti viaggi, alla scoperta di sapori e saperi da trasferire ai clienti  – ecco serate e incontri – Movia 1995 , Musar 1996 e Beppe Rinaldi, Salvatore Murana e via con Domori , Gianni Frasi…ma è un altra storia.

Catia: con i suoi studi di sociologia partecipa agli incontri del movimento Slow Food a Parma e lo sostiene nella Bassa, molto conservatrice e schiva .
Nel 2002 la svolta , oltre a condurre le mescite del Bar ecco la necessità di succedere alla madre con la produzione della Pasticceria…..subito i primi dubbi da fugare : il Panettone.
A gennaio affrontiamo un viaggio per l’ Italia per scoprire l’ uva e i canditi , i veri simboli del panettone.
Non dimentichiamoci i fondamenti della " simbologia " per la quale ci sono questi nobili Ingredienti :

  • l ‘ uva  ” fertilità ”
  • l’ arancia ” amore “
  • il cedro ” il più a lungo possibile ”

Atterriamo a Pantelleria innamorati dei vini Passito che solo un Isola Vulcanica può regalare , alla scoperta della forza trascinante di Salvatore Murana . In quel tempo tra i pochi a condurre a Pantelleria la battaglia dell’ isolamento e del sfregiarla con produzioni di poco conto .
Ci accoglie nel suo Dammuso della contrada di Kamma , dopo essere passati dal porticciolo e passati per lago di Venere ( poesia ), il Beppe ( amico e gran Cerimoniere di feste ) , come recita Salvatore , ci affascina e ci regala momenti magici tra una varietà di Antico moscato d Alessandria Passito sui graticci. Innamorati al primo sguardo – al tatto carnoso e vellutato leggermente umido – al gusto un esplosione di frutta matura e confetture che vanno dall albicocca al dattero per arrivare alla nocciola.
Gli stessi ci aprono la mente verso l’ arancia siciliana e il cedro calabrese per completare l’ opera , l’ escamotage del mandarino di Ciaculli frullato con gli altri nobili ingredienti , farina selezionata , burro e uova ( altro capitolo ) rendono magico e completo il nostro traguardo " il Panettone Italiano "

Successivamente per appagare la sete alle nostre curiosità e voglie di crescere , ecco Paola Ziliani , fresca di corso di Pasticceria Alma , che mixando il suo sapere con la nostra instancabile ricerca. Arriva l’ acqua di mare – altro capitolo da aprire.

Angelo Pezzarossa